fbpx

NEWS

DuoSystem

05 Novembre 2022

Nessun commento

La memoria deve riuscire a costruire soluzioni.

20 anni fa 27 bambini morirono mentre erano a scuola.

Erano le 11.35 di un soleggiato 31 ottobre a San Giuliano di Puglia, i bimbi si preparavano per i festeggiamenti di halloween ma furono traditi da un edificio appena sistemato, che non riuscì a resistere al sisma.

Oggi a distanza di 20 anni, in un mondo cambiato ed in cui la tecnologia è capace di costruire scuole sicure, restano i dati allarmanti della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici:

  • Meno del 13% degli edifici è costruito secondo criteri antisismici
  • 1 scuola su 2 dispone di certificati di collaudo statico ed idoneità statica

In particolare, al sud.

  • gli edifici in zona simica 1 e 2 sono 86.2%
  • Solo il 15.5% dei comuni ha verificato la vulnerabilità sismica degli edifici,
  • Il 68.5% degli edifici scolastici non risulta ancora verificato

Non va meglio per le nostre case.

Questo è lo stato delle cose, il terremoto in Italia resta un evento imprevedibile altamente pericoloso.

È urgente un cambio di passo ancor prima di mentalità.

 

Oggi l’innovazione ci permette di costruire con certezza edifici resistenti al sisma, ed ancor più ci permette di Migliorare la resistenza degli edifici già costruiti.

Dobbiamo partire dalla consapevolezza della pericolosità del terremoto e per farlo dobbiamo conoscere la sua pericolosità sul nostro edificio.

 

Il terremoto uccide anzitutto chi lo ignora, questo il motivo per cui abbiamo sviluppato un questionario che ci e TI consentirà di fare una preliminare valutazione della vulnerabilità sismica del tuo edificio, sia esso la tua casa, la tua scuola il tuo ufficio. Non serve essere tecnici ma degli attenti osservatori per consentire di fare una prima e fondamentale valutazione di quanto l’edificio che ti accoglie possa rappresentare un rischio in caso di terremoto.

 

COMPILA IL FORM ED ACCEDI AL TEST Ti serviranno solo 5 minuti!



    *Campi richiesti

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy


    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Top