fbpx

Esiste una 3° fonte di energia: IL RISPARMIO

In piena crisi energetica, dopo l’arrivo delle “care bollette” che tanto stanno incidendo sull’economia industriale e domestica, dobbiamo fare tesoro sull’importanza del risparmio.

Dobbiamo elevare a terza fonte di energia il risparmio, al pari delle fonti energetiche non rinnovabili e rinnovabili, da usare anzitutto nelle nostre case che restano i principali dissipatori energetici

 

Le cose stanno cambiando con un processo di conversione degli edifici da energivori ad efficienti ma l’assenza di strategie a lungo termine che, purtroppo e sovente, caratterizzano il nostro Bel Paese certo non aiutano. Basti pensare all’andamento nervoso del superbonus, che ne rende spesso ingestibile la procedura.

 

La crisi energetica sarà destinata ad esser vissuta con eccezionale intensità da noi italiani, vista la forte dipendenza per gli approvvigionamenti e la scarsa autonomia interna. Incide sul comparto industriale, tradito dall’illusione che le rinnovabili riescano da sole a far andare avanti il sistema paese. (soddisfano il 5% del fabbisogno energetico)

 

Incide in scala domestica per quanti vivono in edifici non efficientati.

 

È su questo che dobbiamo investire, risparmiare energia il più possibile, esigere bollette basse non perché il costo dell’energia diminuisce ma perché il fabbisogno energetico delle nostre case è estremamente basso.

 

Questo il motivo per cui abbiamo garantito al  nostro cappotto sismico Duo System la dualità migliorativa (SISMICA e TERMICA). Lo abbiamo fatto semplificando al massimo il processo di installazione, garantendo interventi semplici, non invasivi, attentamente studiati e altamente performanti per permettere sia economicamente che operativamente la conversione del mondo costruito da Vulnerabile a Sicuro da Energivoro a Efficiente.

 

Come Duo system garantisca tutto ciò sarà il tema che tratteremo con l’Arch. Maisto venerdì 18. In diretta sui nostri canali social dalle 16.30 alle 17.00.

 

Per collegarsi è sufficiente accedere alla nostra pagina facebook.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top